Teoria generale - Note, commenti e rassegne
Limite al doppio mandato per le elezioni forensi. Commento alla sentenza nr. 32781/2018
Eugenio Benevento
(gennaio 2019)

Con la presente relazione si traccia in chiave ricostruttiva l’analisi degli elementi fondanti di cui alla sentenza della Corte di Cassazione del 2018 n. 32781 in materia di elezione del consiglio dell’ordine degli avvocati di Agrigento.

Con la prefata sentenza i Giudici di Piazza Cavour affrontano l’eleggibilità degli avvocati  che abbiano già espletato due mandati consecutivi di componente del Consiglio dell’Ordine interpretando la disposizione normativa di cui alla legge n. 113/2017 come disposizione a carattere inibitorio per i soggetti che abbiano rivestito due mandati consecutivi nell’espletamento delle predette funzioni.

In via preliminare prima di procedere all’analisi strutturale della richiamata sentenza di Cassazione, per esigenze funzionali si procede all’articolazione del lavoro proposto, scindendo le fasi di intervento in vari microsettori al fine di facilitare la discussione interpretativa di cui alla sentenza n. 32781/2018: fatti di causa, memorie di replica del Consiglio Nazionale Forense, normativa di riferimento, ius interpretandi della disposizione a regime, discussione sui riflessi culturali nel contesto di riferimento.

[ leggi]

Brevi note su origini e fini del diritto in estremo oriente.
Veronica Carriero
(Novembre 2015)

L’entità geografica che gli occidentali chiamano “estremo oriente” comprende vari Paesi, ciascuno dei quali ha sviluppato proprie culture e regole con reciproche influenze tuttavia incomparabili con l’unità culturale maturata (sulla base della tradizione di pensiero greco romana, poi cristiana), nell’Europa occidentale. Per tale ragione, non è semplice descrivere un’unica concezione della legge che possa essere ritenuta comune a tutte le forme di civiltà manifestatesi nella parte più orientale del continente asiatico. L’analisi sarebbe esaustiva solo se, sul piano diacronico, si tratteggiassero tutte (o, almeno, le principali) concezioni proprie dei vari Paesi dell’area geografica in esame. In tale consapevolezza, questo contributo anticipa la disamina delle principali esperienze giuridiche di Cina e Giappone sia per la forte assonanza di molteplici componenti storico- evolutive, sia perché entrambe includono elementi caratteristici tipici di tutte le concezioni giuridiche del Far East.

[ leggi]

Origine e natura delle Authorities
Michela Eligiato
(Ottobre 2011)

La nascita delle Autorità Amministrative indipendenti contrassegna, sul piano storico sociale, il passaggio da un modello amministrativo accentrato e  piramidale ad un modello policentrico e pluralistico, in cui si registra una progressiva abdicazione dello Stato dalla gestione in prima persona di servizi pubblici di rilievo nella comunità.

Altra ragione sottesa all'istituzione delle predette Autorità può rinvenirsi nell'incapacità della legge

di scrivere, in modo lineare e al contempo dettagliato, regole di comportamento in settori cc. dd. “sensibili” cosi' da orientare il comportamento dei consociati al rispetto delle stesse regole.

L'incessante e rapida evoluzione tecnologica e di mercato, infatti , stride con la lenta e farraginosa macchina della legge cosi' da determinare con assoluta certezza l'obsolescenza delle norme di riferimento e sostanzialmente la possibilità di lacune legislative.

[ leggi]

Il principio di precauzione tra luci ed ombre
Maria Marchese

Lo sviluppo tecnologico e industriale, se ha migliorato la qualità della nostra vita, ha anche cagionato danni al pianeta generando preoccupazioni, dubbi e diffidenza per i gravi rischi alla salute e all'ambiente (basti pensare all’effetto serra, alla riduzione delle diversità biologiche, all’emissione di sostanze inquinanti, tossiche, radioattive etc…).

Il problema della società attuale diventa, quindi, quello di trovare un punto di equilibrio tra sviluppo e ambiente vivibile, protetti da alterazioni; si spiega così l’atteggiamento ispirato alle esigenze di una tutela globale, che faccia da bilanciere tra la naturale e spontanea aspirazione dell’uomo al progresso e la necessità di protezione che trovi fondamento nel diritto.

[ leggi]

------------------------------------------


Consulta anche i contributi in "Note, commenti e rassegne"