Obbligazioni e contratti - Note, commenti e rassegne
Danno da ritardata partenza della nave – Risarcimento – Prescrizione
Mauro Menicucci
(novembre 2018)

Giudice di Pace di Salerno, 22 marzo 2018 – Giudice Carlucci – Michele Scanniello c. Caremar s.p.a.

[ leggi]

Tra commoditas ed utilitas : nullità per impossibilità dell'oggetto dei contratti costitutivi di servitù di parcheggio
Gianluca Di Filippo
(Marzo 2015)

Nota a Cass. n. 23708/2014

[ leggi]

Interessi moratori, usura e contratto di mutuo
Olindo Lanzara
(Aprile 2014)

Nota a Cass. n. 350/2013.

[ leggi]

I singoli ordini di acquisto costituiscono contratti autonomi e non atti esecutivi di un unico mandato. Tribunale Cuneo, 31 maggio 2012, n. 358, est. Dott. R. Bonaudi.
Gianluca Cascella
(Dicembre 2012)

Nell’ambito del rapporto di intermediazione finanziaria, i singoli ordini di acquisto, pur se configurabili come atti di esecuzione, non per questo determinano l’impossibilità di qualificare in termini negoziali il rapporto in questione, per cui dalla persistenza della natura negoziale del rapporto di intermediazione finanziaria discende, quale logico corollario, che il risparmiatore legittimamente può agire per conseguire la risoluzione giudiziale dei singoli autonomi contratti, quale conseguenza dell’inadempimento, da parte dell’intermediario finanziario, ai doveri di condotta sul medesimo gravanti.

[ leggi]

La gratuità del rimedio specifico della sostituzione nella disciplina della vendita dei beni di consumo
Chiara D'Angelo

Nota a Corte di Giustizia, 16 Giugno 2011, Cause Riunite C-65/09 C-87/09

[ leggi]

Grave ingiuria e revoca della donazione. Nota a Tribunale Torre Annunziata, Sez. Dist. C/Mare di Stabia, est. Dr. Scarpati, 24 gennaio 2011.
Gianluca Cascella
(Luglio 2011)

Sussiste l’ingiuria grave che l’art. 801 c.c. prevede quale motivo di revocazione della donazione, allorquando il donatario tenga un comportamento che arrechi all’onore ed al decoro del donante una offesa che si riveli idonea a provocare una grave lesione del patrimonio morale del donante stesso; condotta da cui emerga un sentimento di avversione che palesi l’ingratitudine verso colui che ha beneficato l’autore della medesima, sentimento di avversione che ripugni alla coscienza comune; tanto, ovviamente, nel caso in cui sussista il nesso di causalità tra la lesione del patrimonio morale ed affettivo del donante ed i sentimenti di animosità ed avversione manifestati dal donatario nei confronti di quest’ultimo. La valutazione sulla gravità o meno della condotta ingiuriosa non può farsi a priori ed in astratto, ma deve necessariamente essere formulata prendendo a riferimento tutta una serie di parametri oggettivi e soggettivi, incluso il contesto sociale e le relazioni intercorrenti tra i protagonisti della vicenda.

[ leggi]

Pubblica amministrazione. Contratti della p.a. Tribunale Salerno, sez. I, 18 marzo 2011.
Giulia Parisi
(Maggio 2011)

La clausola con cui la pubblica amministrazione escluda la propria responsabilità precontrattuale in ordine al mancato perfezionamento o alla mancata approvazione del contratto, si risolve in una clausola di esonero della responsabilità, contrastante con il disposto dell'art. 1229 c.c., la cui nullità va sostenuta non soltanto con riguardo all'esonero da responsabilità per dolo o colpa grave, bensì anche con riguardo all'esonero da responsabilità per colpa lieve, dovendosi riferire il corretto adempimento, nella fase procedimentale di scelta del contraente, degli obblighi di correttezza e buona fede della p.a. e di tutela dell’affidamento ingenerato nei terzi,  ad esigenze di ordine e di interesse pubblico, che trovano fondamento nei principi costituzionali predicati dall’art. 97 cost., cui deve ispirarsi l’azione amministrativa.

[ leggi]

Breve analisi comparata sulla clausola generale della buona fede
Ivana Musio
(Giugno 2010)

Attraverso un’analisi di tipo comparatistico tra il modello italiano, francese, tedesco nonché attraverso un confronto tra il sistema di civil law e quello di common law, si ripercorre l’iter evolutivo seguito nel ricostruire la natura e la funzione della buona fede contrattuale in Italia. Nonostante le diversità strutturali e funzionali che caratterizzano le clausole generali nell’ambito dei relativi ordinamenti giuridici, tali strumenti legislativi pongono comuni problematiche interpretative ed applicative nell’ambito dei rispettivi ordinamenti. Il significato reale della buona fede emerge così dai pronunciamenti della giurisprudenza che contribuiscono a darne voce e senso, realizzando un contemperamento tra le norme positive e i valori etico-sociali.

[ leggi]

Giusto processo e frazionamento di un credito unitario
Gianluca Cascella
(Maggio 2010)

La pronunzia del giudice mantovano si segnala innanzitutto per essere una delle poche decisioni, edite e non, che affrontando il tema delle conseguenze di una domanda giudiziale, la quale viene riconosciuta come proposta in violazione al principio della infrazionabilità di un credito sin dall’origine unitario, aderisce all’orientamento che, al riguardo, le sezioni semplici della Cassazione hanno concretizzato, desumendolo dal corpus della motivazione della decisione n. 23726 del 15 novembre 2007 delle Sezioni Unite; orientamento, questo, che sanziona con la improponibilità la domanda giudiziale proposta in violazione del suddetto principio, e che, invero, non ha trovato molti precedenti nella giurisprudenza di merito, riscontrando altresì qualche divergente, pur se minoritario, orientamento delle sezioni semplici della Suprema Corte.

Inoltre, la decisione in questione contiene un rapido, anche se significativo, richiamo alla necessità, per l’interprete, di prendere in considerazione il principio espresso dall’art. 2909 c.c. in una nuova prospettiva, quale conseguenza del riconoscimento ai principi ed alla ratio palesata dalla decisione delle Sezioni Unite del 2007, di una forza espansiva in grado quindi di estendersi ed influenzare anche l’interpretazione e l’applicazione di altri principi di diritto.

[ leggi]

------------------------------------------


Consulta anche i contributi in "Note, commenti e rassegne"