I danni punitivi nel panorama internazionale e nella situazione italiana: verso il loro riconoscimento?
Marco Schirripa

I c.d. danni punitivi costituiscono uno fra gli istituti più affascinanti e al tempo stesso controversi del diritto privato dei Paesi di common law.

La nozione di punitive damages è nata in Inghilterra nel sec. XII, allorquando si manifestò fortemente la necessità di tutelare rapporti in relazione ai quali il sistema di common law non prevedeva il sorgere di alcun diritto o, anche se riconosceva uno specifico diritto, non lo tutelava ... [ leggi]

Le fonti della responsabilità civile: esame comparato delle principali esperienze
Piervincenzo Pacileo
(Gennaio 2017)

L’impegno del giuscomparatista dovrebbe concentrarsi, nel contesto dell’illecito civile, nell’individuazione degli elementi caratterizzanti i principali ordinamenti rientranti nell’ampia famiglia giuridica della Western Legal Tradition, attraverso, almeno in teoria, la tradizionale bipartizione tra modelli incardinati ora nell’area del common law, ora nei sistemi di civil law, nonché, nell’ambito dell’Europa continentale, ... [ leggi]

La negoziazione preventiva della responsabilità aquiliana
Bruno Meoli

Il tema del se ed entro quali limiti gli statuti della responsabilità aquiliana siano permeabili alla disciplina contrattuale, impone la chiarificazione di alcuni punti preliminari. Essi sono costituiti - oltre che, ovviamente, dalla necessaria definizione del campo di indagine – per un verso da una verifica in ordine alla esistenza di un interesse applicativo, sufficientemente ampio da giustificare l’analisi, e per altro verso dalla possibilità di ipotizzare una responsabilità ... [ leggi]

Principio di precauzione, tutela della salute e responsabilità della P.A. Profili di diritto comparato
Maria Gabriella Stanzione
(Settembre 2016)

Una tutela piena del diritto alla salute, che, cioè, intervenga prima che si realizzi un danno di grande entità ed irreversibile, può essere attuata mediante il principio di precauzione, in virtù del quale sorge in capo alla Pubblica Amministrazione non soltanto un dovere di informazione dei cittadini, diretto a ridurre i rischi legati all’utilizzo del servizio, ma anche un obbligo di predisporre i piani d’azione idonei a riportare le condizioni ambientali ... [ leggi]

Tort Liability and Lex Aquilia
Annamaria Giulia Parisi
(Ottobre 2016)

In common law the general concept of liability is considered in a different perspective: from the series of torts received from earlier tradition, the paradigm of Tort of Negligence differs, and can be today considered as the homologous of civil liability derived from the Lex Aquilia.

Fault and deceit constitute the subjective elements of tort liability that rooted in classical Roman law, today find correspondences and analogies in almost ... [ leggi]

Sport, minori e responsabilità genitoriale
Annamaria Giulia Parisi
(Settembre 2016)

Un milione di anni fa alcuni adolescenti si rincorrono e si sfidano sullo stesso tratto erboso, in un gioco che è diventato una consuetudine, tanto che per il ripetersi delle corse il prato è segnato dai loro passi come da un sentiero.

Dopo qualche tempo, spontaneamente, la gara consiste nel raggiungere più velocemente di tutti un albero o una roccia poco lontano che vengono scelti come termine: uno dei ragazzi, più accorto, decide di prendere un percorso diverso ... [ leggi]

L’incidenza del principio di precauzione sulla responsabilità civile negli ordinamenti francese e italiano
Maria Gabriella Stanzione
(Giugno 2016)

A più di vent’anni dalle prime enunciazioni in ambito internazionale e sovranazionale, il principio di precauzione si è radicato negli ordinamenti interni, interagendo con le regole di responsabilità civile con differenti esiti. Sebbene le nozioni di rischio, tutela preventiva e precauzione, intesa in senso lato, non siano sconosciute alla responsabilità civile, che si trova di continuo a far fronte ai problemi derivanti dalla dimostrazione della sussistenza ... [ leggi]

Il regolamento generale sulla tutela dei dati personali. Responsabilità e sanzioni
Annamaria Giulia Parisi
(Giugno 2016)

Nella società tecnologica globalizzata, i dati personali sono stati già definiti global commons, patrimonio accessibile quasi a tutti, ma fragile quanto prezioso, perché attinente all’essenza dell’individuo.

Il diritto alla protezione dei dati personali sorge come specificazione particolare del generale diritto alla privacy, oggi più che mai essenziale per la salvaguardia della libertà e della dignità della persona ... [ leggi]

Il regolamento generale sulla tutela dei dati personali. Responsabilità e sanzioni
Annamaria Giulia Parisi
(Giugno 2016)

Nella società tecnologica globalizzata, i dati personali sono stati già definiti global commons, patrimonio accessibile quasi a tutti, ma fragile quanto prezioso, perché attinente all’essenza dell’individuo.

Il diritto alla protezione dei dati personali sorge come specificazione particolare del generale diritto alla privacy, oggi più che mai essenziale per la salvaguardia della libertà e della dignità della persona ... [ leggi]

L’omessa informazione dei rischi del trattamento sanitario: spunti comparatistici
Laura Vagni
(Luglio 2016)

Il dovere del medico di informare adeguatamente il paziente della diagnosi della malattia, dei possibili trattamenti terapeutici e dei rischi e dei benefici del percorso terapeutico proposto costituisce un fondamento essenziale del rapporto di fiducia tra il professionista e il paziente e, nello stesso tempo, è presupposto per un’adeguata tutela del diritto alla salute del paziente, della sua libertà di scelta e della sua dignità. Negli ultimi anni, ... [ leggi]

I dilemmi della medicina predittiva
Dott. Aldo Toso
(Gennaio 2015)

Per medicina predittiva s’intende quella particolare branca del sapere medico che permette di prevedere una predisposizione a certe malattie prima ancora dell’apparire di un qualsiasi sintomo. In quanto “predittiva”, non consente di stabilire con certezza se e quando la persona interessata si ammalerà, ma individua solamente, con un alto tasso di attendibilità, le persone nelle quali il rischio di ammalarsi è sensibilmente più alto rispetto ... [ leggi]

Profili di responsabilità civile nell’insider trading tra common law e civil law: esperienze italiana ed angloamericana a confronto
Annamaria Giulia Parisi
(Dicembre 2014)

La scienza economica ha da tempo consolidato la convinzione, fondata essenzialmente sugli autorevoli studi di Arrow, Akerlof, Spence, Stigler, Stiglitz, in base alla quale il mercato è un sistema di informazioni decentrate e spontanee.

E se è vero che la nozione di mercato è nozione giuridica oltre che economica, e che il ... [ leggi]

La responsabilità civile in rete: necessità di introdurre nuove regole
Barbara Marucci

Il quadro normativo inerente la responsabilità, e quindi l’illecito civile, in internet è da sempre alquanto complesso e lo scopo del d.lgs. 9 aprile 2003, n. 70, attuativo della direttiva 2000/31/CE, avrebbe dovuto essere quello di chiarirne alcuni aspetti giuridici. In realtà, come verrà evidenziato, il testo normativo presenta elementi di criticità proprio circa la responsabilità sulla responsabilità degli Internet Service Providers. La ... [ leggi]

Danno antitrust e consumatore. Analisi comparatistica della normativa europea in Italia, Francia e Gran Bretagna
Elisabetta Corapi
(Giugno 2014)

The use of European legislation on antitrust damages through public action (so-called public antitrust enforcement) aims to produce a "deterrent" effect of abusive conduct of undertakings. This effect is completed/ supported also by any possible proposition by the consumers in the form of an independent private action, individual or collective, with a mainly "compensatory" function, that is with the purpose to request the nullity of the contract "downstream", to obtain compensation for damages ... [ leggi]

El derecho a la identidad personal
Carlos Fernández Sessarego
(Marzo 2014)

Jamás, antes de ahora, se ha reflexionado tan intensa y profundamente sobre el hombre como en el siglo XX. Bajo el influjo de la llamada filosofía de la existencia elhombre se ha convertido en un problema para sí mismo. El ser humano ha vuelto su dispersa mirada, originalmente dirigida hacia el mundo, sobre su única e intransferible realidad personal. Se erige así en el centro de la reflexión filosófica ... [ leggi]

Proposta argentina di un nuovo Codice civile e commerciale: spunti sulla responsabilità civile
Fátima YÁÑEZ VIVERO
(Marzo 2014)

En Argentina, por decreto 191/2011, se constituyó una Comisión integrada por tres de los más relevantes juristas del país: Ricardo Luis Lorenzetti, Elena Highton de Nolasco y Aída Kemelmajer de Carlucci. Se les encomendaba el arduo cometido de redactar el “Anteproyecto de Código Civil y Comercial de la Nación”, bajo la presidencia del Dr. Lorenzetti. La Comisión lleva el nombre de “Comisión para la elaboración ... [ leggi]

Il «mito» del consenso tra personalità e professionalità - Nota a Cass. n. 19220/2013
Gelsomina Salito
(Ottobre 2013)

L’oracolo di Esculapio – si legge in un’antica targa romana – comandò a Caio affetto da una forma di cecità di recarsi presso l’altare sacro, inginocchiarsi e camminare da destra a sinistra, appoggiare le cinque dita sull’altare e posare la mano sugli occhi. L’uomo fece tutto questo e recuperò la vista alla presenza di tanta gente che celebrò il miracolo con grande giubilo.

Sorte non parimenti benevole arride, invece, ... [ leggi]

La condotta del ginecologo e dell’ostetrico nel caleidoscopio della responsabilità medica
Pasquale Stanzione
(Febbraio 2013)

1. “E’ difficile rimanere imperatore in presenza di un medico; difficile anche conservare la propria essenza umana”.

La complessità della relazione medico/paziente – complessità che l’immaginifica Yourcenar, nelle sue Memorie di Adriano, riguardava attraverso l’occhio del clinico che vede nel malato null’altro se non un “povero amalgama di linfa e di sangue” – è segnata, sul piano ... [ leggi]

Responsabilità da protesto illegittimo e prova del danno
Arianna Fusaro
(Novembre 2012)

Il caso della illegittimità di un protesto, ossia la erronea inclusione del nominativo di un soggetto nel bollettino dei protesti, è da lungo tempo annoverato dalla giurisprudenza tra le ipotesi di responsabilità ex art. 2043. Soggetti responsabili possono essere, a seconda dei casi, il creditore richiedente, il notaio, cui in genere si imputa di aver omesso di provvedere agli accertamenti necessari prima di inserire il nominativo tra i soggetti protestati, e la ... [ leggi]

Infortuni sul lavoro e danno differenziale. Profili di responsabilità del datore di lavoro
Marco Capece
(Ottobre 2012)

All’indomani delle quattro sentenze gemelle delle Sezioni Unite del novembre 2008 è stata messa in dubbio l’esistenza di un danno non patrimoniale risarcibile in favore del lavoratore, ulteriore rispetto all’indennizzo liquidato dall’Inail.

Secondo tale visione il danno non patrimoniale - anche il morale ed esistenziale - sarebbe assorbito nel danno biologico, che  quindi, dovrebbe essere considerato come una categoria ampia ed omnicomprensiva, nella ... [ leggi]

Quo vadis European tort Law? Why conceiving and managing national tort laws with political instruments for developing the european integration process is wrong
Luca Siliquini Cinelli
(Dicembre 2011)

The contemporary political concept of a united Europe was born from the ruins of World War II by the visionary European leaders. In this context, the history of European integration (and expansion) necessarily includes the history of the integration (and expansion) of concepts and principles of European Law and, of course, of European Tort Law. Indeed, the different values and ideas that this kind of process expresses have, so far, deeply influenced societies, ... [ leggi]

La dispersión del daño extrapatrimonial en Italia.
Milagros Koteich Khatib
(Settembre 2011)

En Italia, el daño biológico (rec. a la salud) y su proclamada capacidad de asimilar y reunir en sí otras tipologías de daño, ha venido sufriendo embates que provienen tanto de la jurisprudencia como de la doctrina. Por un lado resucitan categorías del pasado, y por el otro, emergen siempre nuevas categorías, entre las cuales la más difundida es el llamado daño existencial. Ello provoca un estado tal de dispersión ... [ leggi]

Infedeltà coniugale e responsabilità civile in Italia e in Spagna
Aránzazu Novales Alquézar
(Luglio 2011)

La difficoltà di delimitare con chiarezza il carattere morale e quello giuridico dei rapporti fra  le persone confondendo questi due campi operativi, secondo la terminologia di Bourdieu ha una lunga storia. Uno dei primi ambiti in cui operò l’attività differenziatrice dei giuristi romani fu di separare il campo giuridico da quello morale, cioè, definire l’ambito che era peculiare dello ius dall' altro specifico dell' officium;quest’ultimo ... [ leggi]

Responsabilità civile del giudice: Corte di giustizia europea e proposte italiane di riforma
Lorenzo Bairati
(Giugno 2011)

In Italia il tema della responsabilità civile del giudice è tornato di attualità. Al centro di aspre polemiche politiche in particolare negli anni ‘70 e ‘80, la fattispecie è stata disciplinata dalla c.d. Legge Vassalli n. 117/1988, a seguito di referendum (celebrato l’8 e 9 novembre 1987) approvato con amplissimo consenso, anche sull’onda emotiva di clamorosi errori giudiziari. Tuttavia, sin dagli anni della sua approvazione, ... [ leggi]

Illiceita' e responsabilita' nel danno da cose
Antonino Astone
(Marzo 2011)

Atto illecito ed obbligo risarcitorio, che, nella struttura ipotetica dell'enunciato normativo di cui all'art. 2043 c.c., si presentano strettamente collegati, non definiscono in realtà un binomio indissolubile, ma soltanto una sequenza, suscettibile di dissociazioni e/o deviazioni.

[ leggi]

La nuova disciplina sulla responsabilità del produttore nella Chinese Tort law
Junhong Hu
(Febbraio 2011)

In Cina il problema della circolazione di prodotti sicuri e della conseguente responsabilità del produttore per danno da prodotto difettoso si è posto in ritardo rispetto ai paesi occidentali.

A differenza della legislazione europea, nella normativa cinese manca una apposita disciplina che faccia riferimento in via esclusiva e specifica alla responsabilità da prodotti difettosi. Nondimeno, in varie leggi sono presenti diverse norme che prendono in considerazione il ... [ leggi]

La responsabilità del mediatore
Claudia Troisi
(Gennaio 2011)

Una riflessione che viene spontanea a chi è abituato ad osservare i fenomeni attraverso la lente del giurista riguarda il problema della tutela dell’utente e, quindi, quello della responsabilità di chi esegue una prestazione professionale.

La recente disciplina dettata dal d.lgs. 28/2010 non contiene norme specifiche in tema di responsabilità del mediatore, lasciando ancora una volta all’interprete il compito di individuare i principi applicabili al problema ... [ leggi]

Demansionamento e danno esistenziale nella giurisprudenza di merito e di legittimità
Marco Capece
(Novembre 2010)

Con le recenti pronunce del novembre 2008 le Sezioni Unite della cassazione hanno offerto un ulteriore, decisivo, contributo all’articolato dibattito sul danno non patrimoniale, riconducendo ad unità l’intera categoria e dunque negando la sussistenza del danno esistenziale come autonoma categoria di danno.

Ebbene, se da un lato le Sezioni Unite sono state piuttosto perentorie nell’affermare la insussistenza di una simile figura e per farlo hanno disatteso gli ... [ leggi]

Garanzie Loss Occurrence e Claims Made, ovvero le insidie delle polizze assicurative a copertura della R.C. professionale. Note a margine di "Tribunale Milano 18 Marzo 2010 n. 3527"
Gianluca Cascella
(Novembre 2010)

Per coloro che esercitano professioni intellettuali si prospetta la indubbia opportunità(rectius, necessità) di tutelarsi adeguatamente avverso i rischi della responsabilità civile connessa alla propria attività; per soddisfare tale esigenza di tutela del proprio patrimonio e di quello del relativo nucleo familiare, il professionista si cautela o, quantomeno, dovrebbe farlo, mediante la stipula di apposita polizza assicurativa per i danni potenzialmente ... [ leggi]

Trascendencia y reparación del “daño al proyecto de vida” en el umbral del siglo XXI
Carlos Fernández Sessarego
(Luglio 2010)

En las páginas de este trabajo intentamos elaborar un breve resumen de los alcances de la nueva figura del “daño al proyecto de vida” o “daño a la libertad fenoménica” como una de las modalidades o categorías del amplio y genérico concepto de “daño a la persona”.

[ leggi]

Los jueces y la reparación del “daño al proyecto de vida”
Carlos Fernández Sessarego
(Luglio 2010)

Por explicables razones expuestas por el editor sobre el espacio disponible, el texto que hemos elaborado constituye una apretadísima síntesis de lo que tenemos pensado y escrito sobre el “daño a la persona” y, en particular, sobre el “daño al proyecto de vida” y la modalidad de sus reparaciones.

[ leggi]

Algunas reflexiones sobre la naturaleza jurídica de la responsabilidad civil médica
Carlos Agurto Gonzales
(Luglio 2010)

El tema de la responsabilidad civil de los profesionales es un punto aún de debate en la ciencia jurídica contemporánea. No sólo del formante doctrinario, sino que también, y fundamentalmente, la jurisprudencia ha centrado su atención respecto a este supuesto de la provincia de la responsabilidad civil.

[ leggi]

Sport, diritti e responsabilità: un confronto con l’esperienza francese
Annamaria Giulia Parisi
(Giugno 2010)

Lo sport, sorto come gioco, da tempo si atteggia a istituzione: si configura dunque come diritto, anzi, in prospettiva costituzionale, come diritto fondamentale della persona.
In ambito sociale e giuridico rileva oggi essenzialmente sotto due profili: come attività libera inerente alla sfera personale
dell'individuo, e come attività organizzata secondo propri schemi e modelli specifici.
Negli ordinamenti di civil law il fenomeno sportivo - specialmente nelle ... [ leggi]

Responsabilità dei professionisti ed obblighi di aggiornamento
Pasquale Stanzione
(Maggio 2010)

Il tema della responsabilità dei professionisti non può essere disgiunto da una riflessione sulla qualifica della professionalità, quale delineata in via diretta dalla specifica disciplina delle professioni intellettuali (art. 2230 ss. c.c. ) ed in via mediata da disposizioni come l’art. 2083 o l’art. 1176, comma 2, c.c. Siffatta riflessione si rivela, infatti, prodromica al corretto inquadramento della materia specie per quanto attiene al valore ed al rilievo ... [ leggi]

------------------------------------------


Consulta anche i contributi in "Note, commenti e rassegne"