O “MARCO CIVIL DA INTERNETE”: A LEI BRASILEIRA N.º 12965, DE 23 DE ABRIL DE 2014
José de Oliveira Ascensão
(Settembre 2016)

O Brasil entrou no séc. XXI com um grande atraso no domínio de legislação sobre informática.

É de certo modo paradoxal. O Brasil tinha múltiplas razões para se lançar, mesmo com prioridade, à construção da sociedade digital. Limitamo-nos a indicar algumas.

I –          O Brasil estava completamente desprovido de lei reguladora do comércio ... [ leggi]

Marchio dell’Unione Europea: riflessioni a margine del nuovo regolamento (UE) 2015/2424
Carlo Alberto Giusti
(Agosto 2016)

Il 23 marzo 2016 è entrato in vigore il nuovo Regolamento (UE) n. 2015/2424, del Parlamento e del Consiglio, il quale ha modificato il regolamento (CE) n. 207/2009 del Consiglio sul marchio comunitario, il regolamento (CE) n. 2868/95 della Commissione – recante modalità di esecuzione del regolamento (CE) n. 40/94 del Consiglio sul marchio comunitario – e abrogato altresì il regolamento (CE) n. 2869/95 della Commissione relativo alle tasse ... [ leggi]

Economic, fiscal and budgetary aspects of intellectual property. From the Intermediation Companies to Public Financing
María Crespo Garrido
(Settembre 2015)

The recognition of intellectual property rights in Spain is a consolidated and unquestionable reality, though, the management of these has been the subject of controversy in recent times, yet these are not left out from the treasury. Particularly controversial is the taxation of property rights that are transmitted through Management Companies,  since the General Tax Act confers the status of taxable person to those in which the increase of  economic capacity is generated and do not ... [ leggi]

Il sistema per lo scambio di quote di emissione di gas a effetto serra nell’unione europea
Manuela Milanese
(Marzo 2015)

Le emissioni incontrollate di gas ad effetto serra costituiscono la principale causa dei cambiamenti climatici producendo effetti su tutto il globo indipendentemente dalla collocazione geografica della fonte emissiva, rappresentando un problema che richiede soluzioni globali. Per questo, a partire dagli anni ottanta il clima è stato definito come bene comune dell’umanità e la comunità internazionale ha iniziato ad adoperarsi per addivenire ad una soluzione condivisa.
[ leggi]

La protezione giuridica del software: le questioni critiche nella disciplina vigente, le divergenze interpretative al vaglio della giurisprudenza e le proposte de iure condendo
Francesca Maschio
(Febbraio 2015)

L’articolo è finalizzato ad esaminare le questioni inerenti la protezione giuridica del software in Italia, alla luce del dibattito giudiziale in corso sui limiti e sulle forme della tutela, nella recente giurisprudenza nazionale, dell’European Patent Office ed altresì al vaglio della Corte Suprema degli USA. L’Autrice esamina le dibattute interpretazioni circa i singoli requisiti per la protezione giuridica del software, proponendo rilievi critici e proposte de ... [ leggi]

La vendita dei diritti televisivi di eventi sportivi: recenti sviluppi e spunti comparatistici
Piervincenzo Pacileo
(Ottobre 2013)

Nell’ambito della disciplina dei diritti televisivi concernenti eventi sportivi1 la Corte di Giustizia dell’Unione Europea si è recentissimamente pronunciata il 18 luglio 2013 respingendo l’impugnazione avanzata dall’UEFA (Union European Football Associations) con cui si chiedeva l’annullamento della sentenza del Tribunale dell’Unione Europea del 17 febbraio 2011 che, a sua volta,  aveva rigettato la domanda di annullamento parziale della decisione ... [ leggi]

Una prima applicazione della DOHA Declaration: il caso Novartis secondo la corte suprema dell’India. Innovazione e privative nel settore farmaceutico
Clara Matranga
(Agosto 2013)

Da sempre, il sistema dei brevetti (e della proprietà intellettuale in genere) ha dovuto confrontarsi con le istanze provenienti dai settori della tecnica e della scienza che interessano beni fondamentali, primo fra tutti, la salute pubblica. Non a caso, le maggiori critiche nei confronti dei diritti di esclusiva discendenti dai brevetti sono state mosse nel campo dell’industria farmaceutica, una delle più proficue sia per i produttori (in termini economici) che per i consumatori ... [ leggi]

I contratti di Cloud
Marilena Limone
(Febbraio 2013)

1. Il tema dell’approccio contrattuale al cloud computing, considerando i profili di internazionalità che esso richiama, è argomento particolarmente complesso; non sarà, pertanto, facile analizzare gl’innumerevoli profili del fenomeno “cloud” o chiarire tutti gli aspetti e le tematiche ad esso riconnesse.

Al fine di qualificare giuridicamente la tipologia contrattuale in esame, occorre dapprima delineare i caratteri dell’ambito ... [ leggi]

Old Economy v. New Economy: Intellectual Property, Global Wrongs and Private Remedies
Giovanni Maria Riccio
(Febbraio 2013)

During the last decade both US and Europe have regulated internet service providers liability (hereinafter referred to as ISPs). In 1998, the Congress has approved the Digital Millennium Copyright Act (DMCA) which has modified the Copyright Act of 1976, stating that ISPs are not liable if their activity is limited to a mere technical role which consists in transmitting information on digital networks. The same inspiration has been followed by the E-commerce directive (directive 2001/31/EC) which ... [ leggi]

Comparatori di prezzo e pratiche commerciali sleali: le esperienze italiana e francese
Carla Cosentino
(Febbraio 2013)

Con il termine “comparatori” si  fa riferimento a tutti quei  servizi che offrono agli utenti - consumatori un raffronto, in termini di prezzo, ma non solo, tra i diversi prodotti presenti sul mercato. Il presente lavoro indaga le problematiche giuridiche ad essi connesse, con particolare attenzione ai profili della pubblicità e delle pratiche commerciali sleali, analizzando, mediante l’ausilio del metodo comparativo, le soluzioni proposte in seno all’ordinamento ... [ leggi]

Declinations of Product placement in Italian Law and in the European Context
Virgilio D'Antonio
(Novembre 2012)

Product placement for a long period of time has been considered, in the European context of national advertising laws, as a form of misleading advertising, consisting in the highlighting of a product or of its brand name during audiovisual works (for example, cinematographic or television programmes). In particular, the image, whose purpose is to promote a product, is depicted in the general context of the performance as a cultural choice of the author, although it hides in reality a precise ... [ leggi]

“Cuius commoda, eius et incommoda” protezione dei dati personali in europa e disciplina della privacy policy di google
Francesca Maschio
(Novembre 2012)

L’evoluzione delle disciplina comunitaria sul trattamento dei dati personali, dalla proclamazione nella Carta dei diritti fondamentali dell’Unione Europea al corpus di direttive in costante aggiornamento, estende i valori di dignità e libertà della persona, oltre i confini dell’Unione.

La declinazione della disciplina comunitaria è stata  arricchita nella società dell’informazione, oltre le nozioni di riservatezza ... [ leggi]

Accesso alla conoscenza, fair use e diritto d'autore: il caso Google Books
Giovanni Maria Riccio
(Marzo 2012)

Il progetto Google Books venne presentato per la prima volta nel dicembre del 2004 alla Fiera del Libro di Francoforte, con il nome di Google Print.

L’idea trainante era data dalla possibilità di “salvare”, digitalizzandole, milioni di copie di opere orfane, quelle opere,cioè, non più in commercio, ma ancora coperte dal diritto d’autore. Quella delle opere orfane è una tematica molto interessante nell’ambito della proprietà ... [ leggi]

L'atto pubblico informatico
Manuela Milanese
(Marzo 2012)

Il documento è tradizionalmente definito come «qualcosa che fa conoscere qualcos’ altro» e si contrappone al testimone che è una persona che narra. Più segnatamente il documento è una cosa corporale semplice o composta idonea a ricevere, conservare e trasmettere la rappresentazione descrittiva o fonetica di un dato ente giuridicamente rilevante. Il documento cartaceo debitamente sottoscritto ha delle caratteristiche proprie che lo fanno reputare un ... [ leggi]

Caller ID spoofing: analisi civilistica e interdisciplinarietà del fenomeno
Giorgio Giannone Codiglione
(Dicembre 2011)

Con l’adozione del “Caller ID Act of 2009”, discusso e approvato tra il mese di febbraio e quello di dicembre 2010 dalla House of Rapresentatives e dal Senate degli Stati Uniti d’America e definitivamente dotato di forza di legge dal presidente Barack Obama il 22 Dicembre del 2010, si pongono nell’ordinamento nordamericano dei limiti normativi al fenomeno dello “spoofing”, tecnica di manipolazione dell’identità personale che può essere ... [ leggi]

il Diritto "ad essere lasciati in pace" e le nuove tecnologie
Piervincenzo Pacileo
(Dicembre 2011)

Il c.d. right to be let alone di tradizione anglosassone è stato, in realtà, sempre sopravanzato nell’esperienza statunitense dal diritto alla libera manifestazione del pensiero; ciò ha consentito il proliferare di pratiche commerciali scorrette nell’ambito delle telecomunicazioni (soprattutto telefono ed internet) capaci di limitare, inopinatamente, la libertà di scelta e, addirittura, di comportamento del consumatore.

Viceversa, ... [ leggi]

Il “diritto di fare informazione”
Tommaso D'Antonio
(Ottobre 2011)

E’ ormai opinione consolidata, nel mondo contemporaneo, che i mezzi di informazione costituiscano il canale privilegiato per conoscere ed approfondire i diversi aspetti della quotidianità. I media, secondo il senso comune, sono un vero e proprio “specchio della realtà” e le notizie influiscono in modo rilevante sulla rappresentazione del mondo in cui viviamo. Inoltre, la libertà di esprimere la propria visione della realtà, il proprio punto ... [ leggi]

Diritto d'autore e schema di regolamento AGCOM: il punto
Vincenza De Luca
(Settembre 2011)

L’evoluzione dei mezzi di comunicazione elettronica e l’irreversibile passaggio dal sistema analogico al sistema digitale hanno imposto la ricerca di nuovi equilibri tra la normativa in tema di diritto d’autore  e le nuove tecnologie.

Il fenomeno della digitalizzazione, infatti, ha eliminato la necessità di incorporare l’opera in un supporto materiale (cd. corpus mechanicum), permettendone così l’immediata trasmissione, riproduzione ... [ leggi]

Intellectual Property Rights and Market Power in the European Union: The Fil Rouge of Consumer Welfare
Andrea Stazi
(Giugno 2011)

Intellectual property rights are commonly defined as exclusive rights in the sense that they vest only some people, usually creators or inventors, with the exclusive right to dispose of their intellectual works.

Such a definition, however, is often misunderstood and IPRs are intended as a sort of guarantee towards the recoupment of the expenses incurred in the inventive or creative activity.

On the contrary, intellectual property rights come with intrinsic limitations. First of ... [ leggi]

Il product placement nell’ordinamento italiano: breve fenomenologia di uno strumento pubblicitario
Virgilio D’Antonio – Domenica Tarantino
(Aprile 2011)

Il principio di trasparenza costituisce uno dei cardini del microsistema di norme che disciplinano le comunicazioni commerciali. Enunciato dall’art. 5 d.lgs. 145/07, nonché dall’art. 7 del Codice di Autodisciplina, tale regola impone che i messaggi pubblicitari, indipendentemente dagli strumenti comunicativi utilizzati e dalla tipologia di medium prescelto, siano sempre riconoscibili come tali e distinti, di conseguenza, da qualsiasi altra forma di comunicazione; ciò ... [ leggi]

Appunti sulla mediazione on-line
Giovanni Maria Riccio
(Febbraio 2011)

La mediazione on-line può essere definita, in maniera onnicomprensiva, come quella forma di mediazione che si svolge senza la presenza simultanea delle parti, per mezzo di strumenti telematici. Tale forma di mediazione rientra tra le ODR, acronimo che indica le forme di on-line dispute resolution e che abbraccia al suo interno anche modalità di risoluzione delle controversie di natura aggiudicativa (ad esempio, l’arbitrato telematico).

La mediazione ... [ leggi]

RFId e Marketing: prospettive e vincoli legali.
Paolo Rocca Comite Mascambuno, Elisa Carpentieri
(Dicembre 2010)

Il marketing rappresenta un fondamentale mezzo di supporto allo sviluppo del business per qualsiasi organizzazione. Per relazionarsi in modo diretto con il cliente, il marketing ha sempre introdotto formule e strumenti innovativi;sempre più spesso, poi , si tratta di tecnologie dotate di una spiccata pervasività rispetto alla sfera di riservatezza degli individui  poiché il loro utilizzo si accompagna ad una attività di raccolta ed elaborazione di dati ed informazioni ... [ leggi]

Commercio elettronico, aste telematiche, ADR e tutela dei consumatori
Giovanni Maria Riccio
(Dicembre 2010)

Per valutare la situazione del commercio elettronico e delle aste telematiche in Italia, è necessaria una riflessione preliminare sulla situazione del mercato nel nostro Paese.

Difatti, la situazione legislativa, se estremamente sintetizzata, pare piuttosto semplice, per quanto sia frutto della trasposizione di due differenti direttive: la prima, la direttiva n. 97/7/CE sui contratti a distanza, recepita dal d. lgs. n. 185/99, poi confluito nel Codice del consumo (artt. 50 ss.), ... [ leggi]

The balance of copyright in Italian national law
Salvatore Sica – Virgilio D’Antonio
(Giugno 2010)

This is the National Report discussed at the XVIIIth International Congress of Comparative Law organised by the International Academy of Comparative Law and the American Society of Comparative Law, which was held on July 2010 in Washington (USA). The essay focuses on the balance of copyright in Italian national law, examining the doctrinal positions and the case law.

[ leggi]

------------------------------------------


Consulta anche i contributi in "Note, commenti e rassegne"